Statistiche di accesso

IN PRIMO PIANO
Innovative approach to controlling magnetism could lead to ultra-low-power microchips
 
MIT | 12.11.2018
Image credit: MIT researchers

ULTIMI ARTICOLI    Tutti gli ARTICOLI

MATERIALI SUPERCONDUTTORI
La superconduttività ad alta temperatura critica nei cuprati è il risultato di uno stato quantistico coerente tridimensionale che coinvolge più piani paralleli della loro struttura cristallina
19.11.2018

Testo dell’articolo

NANOTECNOLOGIE
PoliMI: realizzati nano-circuiti magnetici che consentiranno lo sviluppo di nuovi sistemi più veloci, flessibili e compatti di elaborazione dell’informazione nei processori del futuro
24.10.2018

Testo dell’articolo

MATERIALI COMPOSITI
Strutture adattive: all’ETH Zürich si stanno sviluppando materiali compositi a sandwich con struttura a traliccio in fibra di carbonio per renderli leggeri, resistenti e in grado di cambiare forma
03.10.2018

Testo dell’articolo

HIGHLIGHTS    Tutti gli HIGHLIGHTS
Supercomputer predicts optical and thermal properties of complex hybrid materials
 
Materials Today | 23.10.2018
Image credit: Volker Blum/Duke University
Using microphotonic chips, EPFL scientists are able to generate coherent ultrashort pulses
 
EPFL | 19.10.2018
Image credit: Erwan Lucas/EPFL
ULTIME NEWS   |   Tutte le NEWS
Realizzati i syncell, robot in serie di dimensioni cellulari
26.10.2018 – Piccoli robot chiamati syncell, non più grandi di una cellula (10-100 μm), potrebbero essere prodotti in serie utilizzando un metodo, chiamato autoperforazione, che consente di controllare a scala nanometrica il processo di fratturazione naturale di materiali fragili 2D di spessore atomico. Descritti da ricercatori del MIT su Nature Materials nell’articolo Autoperforation of 2D materials for generating two-terminal memristive Janus particles, questi microscopici dispositivi robotici, con struttura esterna di grafene ed interna di materiale polimerico contenente l’elettronica, potrebbero essere utilizzati per il monitoraggio industriale o biomedico.
Image credit: Felice Frankel
Stampanti 3D di nuova generazione grazie ai raggi X
18.10.2018 – Un team di ricerca, coordinato dall’Università di Torino, ha scoperto che è possibile modificare le proprietà di alcuni materiali bombardandoli con fasci di raggi X, limitandone i difetti alle nanoscale. A differenza dei laser, i raggi X, infatti, possono lavorare in profondità, e per la prima volta è possibile utilizzarli per modificare in modo controllato i legami tra gli atomi. Con questo nuovo approccio è possibile trasformare un materiale superconduttore in isolante e viceversa. Pubblicato su CrystEngComm in Structural and functional modifications induced by X-ray nanopatterning in Bi-2212 single crystals, questo risultato consentirebbe, tra l’altro, anche la realizzazione di stampanti 3D di nuova concezione.
Image credit: NOVITOM

Materiali carbon-based e 2D Micro e nano-tecnologie Fotonica e opto-elettronica
Materiali per l’energia Processi e materiali avanzati

PERSONE ED EVENTI IN EVIDENZA

The inventor of STochastic Optical Reconstruction Microscopy (STORM) is one of six winners of the 2019 Breakthrough Prize
 
Nature | 17.10.2018

“Invisible Glass”, the nanotexturing technique that render glass surfaces invisible, wins 2018 Create the Future Design Contest Grand Prize
 
Brookhaven National Laboratory | 15.10.2018

INGEGNERIA IN VIDEO    Tutti i VIDEO

Liquid Printed Pneumatics: the first printed inflatables materials
Video credit: Self-Assembly Lab, MIT/BMW Design Department

PUBBLICAZIONI DI RICERCA SEGNALATE

Carbon Nanotube Bundles with Tensile Strength Over 80 GPa
Nature Nanotechnology (2018), DOI: 10.1038/s41565-018-0141-z

Abstract

Low-Speed-Camera-Array-Based High-Speed Three-Dimensional Deformation Measurement Method: Principle, Validation, and Application
Optics and Lasers in Engineering (2018), DOI: 10.1016/j.optlaseng.2018.03.009

Abstract

Polarity governs atomic interaction through two-dimensional materials
Nature Materials (2018), DOI: 10.1038/s41563-018-0176-4

Abstract