Statistiche di accesso

IN PRIMO PIANO
A new class of materials can efficiently use sunlight to generate solar steam for cleaning water and reducing waste
 
Argonne National Laboratory | 21.08.2019
Image credit: Argonne National Laboratory

ULTIMI ARTICOLI    Tutti gli ARTICOLI

MATERIALI FOTO-RESPONSIVI
Sviluppati materiali capaci di contrarsi in modo reversibile se stimolati con la luce, una proprietà che li rende potenzialmente in grado di aumentare la performance contrattile del cuore
03.06.2019

Testo dell’articolo

MATERIALI SUPERCONDUTTORI
La superconduttività ad alta temperatura critica nei cuprati è il risultato di uno stato quantistico coerente tridimensionale che coinvolge più piani paralleli della loro struttura cristallina
19.11.2018

Testo dell’articolo

NANOTECNOLOGIE
PoliMI: realizzati nano-circuiti magnetici che consentiranno lo sviluppo di nuovi sistemi più veloci, flessibili e compatti di elaborazione dell’informazione nei processori del futuro
24.10.2018

Testo dell’articolo

HIGHLIGHTS    Tutti gli HIGHLIGHTS

Researchers have developed a new method for producing highly detailed structures measuring less than 100 micrometres in diameter
 
ETH Zurich | 08.08.2019
Image credit: Carmela de Marco/ETH Zurich

Researchers have succeeded in placing light sources in atomically thin material layers with an accuracy of just a few nm
 
Technical University of Munich | 01.08.2019
Image credit: Christoph Hohmann/MCQST
ULTIME NEWS   |   Tutte le NEWS
Realizzati i syncell, robot in serie di dimensioni cellulari
26.10.2018 – Piccoli robot chiamati syncell, non più grandi di una cellula (10-100 μm), potrebbero essere prodotti in serie utilizzando un metodo, chiamato autoperforazione, che consente di controllare a scala nanometrica il processo di fratturazione naturale di materiali fragili 2D di spessore atomico. Descritti da ricercatori del MIT su Nature Materials nell’articolo Autoperforation of 2D materials for generating two-terminal memristive Janus particles, questi microscopici dispositivi robotici, con struttura esterna di grafene ed interna di materiale polimerico contenente l’elettronica, potrebbero essere utilizzati per il monitoraggio industriale o biomedico.
Image credit: Felice Frankel
Stampanti 3D di nuova generazione grazie ai raggi X
18.10.2018 – Un team di ricerca, coordinato dall’Università di Torino, ha scoperto che è possibile modificare le proprietà di alcuni materiali bombardandoli con fasci di raggi X, limitandone i difetti alle nanoscale. A differenza dei laser, i raggi X, infatti, possono lavorare in profondità, e per la prima volta è possibile utilizzarli per modificare in modo controllato i legami tra gli atomi. Con questo nuovo approccio è possibile trasformare un materiale superconduttore in isolante e viceversa. Pubblicato su CrystEngComm in Structural and functional modifications induced by X-ray nanopatterning in Bi-2212 single crystals, questo risultato consentirebbe, tra l’altro, anche la realizzazione di stampanti 3D di nuova concezione.
Image credit: NOVITOM

Materiali carbon-based e 2D Micro e nano-tecnologie Fotonica e opto-elettronica
Materiali per l’energia Processi e materiali avanzati

PERSONE ED EVENTI IN EVIDENZA

Alessandro Polini, ricercatore presso il CNR-Nanotec di Lecce, vince il Lush Prize 2018 categoria “Giovani ricercatori”
 
CNR | 16.11.2018

The inventor of STochastic Optical Reconstruction Microscopy (STORM) is one of six winners of the 2019 Breakthrough Prize
 
Nature | 17.10.2018

INGEGNERIA IN VIDEO    Tutti i VIDEO

Liquid Printed Pneumatics: the first printed inflatables materials
Video credit: Self-Assembly Lab, MIT/BMW Design Department

PUBBLICAZIONI DI RICERCA SEGNALATE

Carbon Nanotube Bundles with Tensile Strength Over 80 GPa
Nature Nanotechnology (2018), DOI: 10.1038/s41565-018-0141-z

Abstract

Low-Speed-Camera-Array-Based High-Speed Three-Dimensional Deformation Measurement Method: Principle, Validation, and Application
Optics and Lasers in Engineering (2018), DOI: 10.1016/j.optlaseng.2018.03.009

Abstract

Polarity governs atomic interaction through two-dimensional materials
Nature Materials (2018), DOI: 10.1038/s41563-018-0176-4

Abstract