Statistiche di accesso

Pubblicazioni 2013

Realizzata la prima colla per i gel
Grazie alle nanotecnologie la colla è capace di tenere insieme materiali molli e scivolosi come i gel, materiali largamente diffusi, ma anche tessuti biologici difficili da manipolare, come quelli del fegato. L’innovativa colla, che potrebbe avere molte applicazioni in chirurgia e nella rigenerazione degli organi, è descritta sulla rivista Nature ed è stata messa a punto da un team di ricercatori dell’École Supérieure de Physique et de Chimie Industrielles (ESPCI) di Parigi – www.espci.fr
 
Nanotecnologie per il sequenziamento del DNA
Ricercatori della Southwest Jiaotong University (Cina) hanno migliorato la tecnica di sequenziamento del DNA che utilizza nanotecnologie basate sui nanopori. Il metodo, descritto nell’articolo Effect of chain length on the conformation and friction behaviour of DNA pubblicato nella rivista “SCIENCE CHINA – Technological Sciences”, apre alla possibilità di eseguire sequenziamenti di DNA in tempi ridotti e a costi contenuti, con importanti ricadute in molti settori – english.swjtu.edu.cn
 
Un nuovo materiale per il termo-fotovoltaico
Un gruppo di ricerca internazionale guidato dalla Stanford University (California) ha sviluppato le prime celle solari “ultra-calde” capaci di sfruttare il calore e di migliorare sensibilmente l’efficienza dei pannelli fotovoltaici. Questo grazie a un nuovo materiale in grado di resistere a temperature fino a 1.400 gradi e di trasformare il calore proveniente dal Sole in raggi infrarossi, che vengono poi sfruttati dalle tradizionali celle solari per produrre elettricità – www.stanford.edu
 
I materiali edili innovativi più ecosostenibili
21.12.2013 – Proclamati i 4 vincitori del Cradle to Cradle Products Innovation Challenge, concorso internazionale di materiali edili innovativi e sostenibili, valutati sulla base di “salute, riciclo, risparmio di risorse idriche, energia rinnovabile e correttezza sociale”, con l’obiettivo di promuovere l’ecologia in tutte le attività produttive. I 4 materiali classificati: 1° il mattone sostenibile; 2° l’isolante rinnovabile; 3° le vernici minerali; 4° pannelli di cellulosa – www.c2ccertified.org
 
Lo specchio con la superficie più levigata
É lo specchio astronomico più grande del mondo mai costruito: con un diametro di 8,4 metri e un peso di 20 tonnellate, è uno dei sette specchi primari del Giant Magellan Telescope (GMT), il telescopio che entrerà in funzione nel 2020 a Las Campanas nel deserto di Atacama (Cile). La levigatezza della superficie dello specchio, completato presso lo Steward Observatory Mirror Lab, è tale da presentare anomalie non superiori ai 20 nanometri – www.gmto.orgmirrorlab.as.arizona.edu
 
Il nuovo kevlar, più resistente, leggero ed economico dell’acciaio
Il nuovo materiale, ottenuto con un processo nanotecnologico innovativo, è stato realizzato dall’Università di Milano-Bicocca e dall’Università di Kyoto. Consente di sopportare carichi a tensione anche di 5 volte maggiori rispetto al comune kevlar o alle fibre di carbonio, ha un peso e un costo decisamente inferiori. Applicazioni in ambito aerospaziale, navale, automotive e high tech – www.nature.com/nchem
 
Circuiti alimentati interamente dalla luce
Ricercatori dell’Istituto Nanoscienze del CNR, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), l’Università del Salento e le Università di Madrid e di Parigi, hanno sviluppato un transistor alimentato con segnali ottici, il cui funzionamento si basa sull’interazione quantistica tra radiazione e materia. Questo importante risultato dell’optoelettronica apre alla possibilità di realizzare circuiti logici alimentati esclusivamente con la luce, più veloci ed economici – www.nano.cnr.it