Statistiche di accesso

Pubblicazioni 2016

Sviluppato un super simulatore quantistico a ioni
11.06.2016 – Ricercatori del NIST (USA) hanno realizzato un simulatore quantistico costituito da 219 ioni di berillio “intrappolati” all’interno di un cristallo e che agiscono come bit quantistici (qubit) per memorizzare le informazioni. Lo studio, descritto su Science in Quantum spin dynamics and entanglement generation with hundreds of trapped ions, pone la basi per modellare e simulare fenomeni fisici molto complessi, difficili da studiare anche con i più potenti supercomputer. (Image credit: NIST)
 
E-ELT: l’Italia costruirà la cupola e il supporto
26.05.2016 – Sulle Ande del Cile è iniziata la preparazione del sito che ospiterà l’E-ELT (European Extremely Large Telescope), il più grande e potente telescopio ottico/infrarosso del mondo. Gestito dallo European Southern Observatory (ESO), l’E-ELT avrà uno specchio principale da 39 m e la sua prima luce è prevista per il 2024. L’Italia partecipa al progetto con la costruzione della cupola di 80 m da 5.000 t e della struttura di supporto da 3.000 t. (Image credit: European Southern Observatory)
 
Controllato il movimento ultraveloce degli elettroni
21.03.2016 – Un’uquipe internazionale ha usato la luce prodotta dal laser FERMI dell’Elettra Sincrotrone Trieste per controllare il movimento degli elettroni alla scala degli attosecondi (10-18 s). Pubblicata su Nature Photonics in Coherent control with a short-wavelength free-electron laser, la ricerca apre la strada allo studio dei processi naturali ultraveloci come la fotosintesi, la combustione, le reazioni di catalisi, la chimica dell’atmosfera. (Image credit: Maurizio Contran/Politecnico di Milano)
 
Immagini della struttura 3D delle molecole in “HD”
14.02.2016 – Basata sulla diffrazione ai raggi X anche da cristalli imperfetti, ricercatori dell’acceleratore SLAC (USA) e del sincrotrone DESY (Germania) hanno sviluppato una tecnica che consente di vedere la struttura 3D di molecole e proteine con elevato dettaglio. Presentato su Nature in Macromolecular diffractive imaging using imperfect crystals, lo studio offrirà la possibilità di progettare migliaia di nuove molecole per la medicina e la biologia. (Image credit: Eberhard Reimann/DESY)
 
Origami: un algoritmo per creare qualsiasi forma 3D
30.01.2016 – Un team di ricerca della Harvard University (USA) ha sviluppato un algoritmo che, a partire da un foglio di un qualsiasi materiale ed applicando la tecnica di piegatura “Miura-ori”, consente di realizzare ogni tipo di forma 3D. Il metodo, descritto su Nature Materials in Programming curvature using origami tessellations e completamente scalabile, potrebbe essere utilizzato per ripiegare in spazi ridotti i pannelli solari dei veicoli spaziali. (Image credit: Mahadevan Lab/Harvard SEAS)
 
Un materiale che evita la formazione del ghiaccio
26.01.2016 – Ispirandosi al coleottero del deserto del Namib, ricercatori del Virginia Tech e del Oak Ridge National Laboratory (USA) hanno sviluppato un materiale che attira l’acqua e la immagazzina su di una superficie idrorepellente. Pubblicato su Scientific Reports in Controlling condensation and frost growth with chemical micropatterns, il risultato potrà evitare la formazione della condensa e del ghiaccio su ali di aerei e pale di turbine eoliche. (Image credit: Saurabh Nath/Virginia Tech)
 
ELI Beamlines: laser ad alta energia e frequenza
21.01.2016 – Inaugurata il 19 ottobre 2015 come parte del più ampio ELI (Extreme Light Infrastructure) project, ELI Beamlines è un’infrastruttura di ricerca di nuova generazione che metterà a disposizione laser ad alta energia (potenza di picco di 10 PW) e ad alta frequenza con impulsi ultra-corti di pochi femtosecondi (10-15 fs). L’obiettivo è la generazione e l’applicazione di sorgenti di raggi X ultra brillanti e di particelle accelerate. (Image credit: ELI Delivery Consortium International Association)
 
Gli elettrodi più trasparenti nanostampati in 3D
20.01.2016 – Utilizzando un processo di nanostampa elettroidrodinamica 3D, ricercatori dell’ETH Zurich (Svizzera) hanno sviluppato gli elettrodi più trasparenti e conduttivi mai realizzati. Il risultato, presentato su Advanced Functional Materials in Electrohydrodynamic NanoDrip Printing of High Aspect Ratio Metal Grid Transparent Electrodes, troverà importanti applicazioni nei display touchscreen e nelle celle solari. (Image credit: Advanced Functional Materials (2015) DOI: 10.1002/adfm.201503705)
 
Sviluppato un dispositivo laser modulabile nel THz
16.01.2016 – Sfruttando le proprietà uniche dei plasmoni del grafene, alla University of Manchester (UK) è stato sviluppato un dispositivo laser in grado di generare una radiazione con frequenza modulabile nel range del Terahertz (lunghezza d’onda tra 30 μm e 3 mm). Descritto su Science in Gain modulation by graphene plasmons in aperiodic lattice lasers, il risultato si presta per importanti applicazioni nella fotonica, Scienze dei Materiali e nanotecnologie. (Image credit: University of Manchester)